- Lunedì 14 Ottobre 2019 ore
Home page


 

Informazioni turistiche
Dove mangiare
Bar - Ritrovi

Informazioni sull'isola
Canzoni mp3
Poesie
Meteo

 



Community
Io sono gigliese
L'album delle foto
Le foto dei gigliesi
Vecchi ricordi
Genealogia gigliese
Lascia un saluto

Nuova Webcam in diretta
Circolo Nautico



Arte e artisti gigliesi
Giovanni Cavero
Argentino Pini
Ivio Lubrani
Benso Milianelli
Remo Mattera

Circolo Nautico

GIGLIO REPORT

07 ottobre 2019
Turismo costiero sostenibile, Ciuoffo a Bruxelles a riunione su progetto MITOMED+

<

fonte Toscana Notizie
FIRENZE – Intensificare il lavoro avviato in questi anni sul tema del turismo costiero sostenibile attraverso il progetto MITOMED+, estenderlo ad altre regioni mediterranee e coinvolgere anche le aree interne. Sono i temi al centro dell'incontro che si è tenuto oggi a Bruxelles, organizzato dalla CRPM (Conferenza delle Regioni Periferiche Marittime Europee), e al quale ha preso parte anche l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo in rappresentanza della Toscana, regione capofila del progetto. L'incontro è stato anche l'occasione per diffondere i risultati e stimolarne l'attuazione anche in altre aree non aderenti al progetto. Sono intervenuti responsabili politici dell'UE, gestori delle destinazioni, professionisti del settore turistico e responsabili politici regionali e locali.

"Il comparto turistico – spiega Ciuoffo – deve porsi obiettivi tesi a ridurre i fattori di pressione socio ambientale edin grado di disegnare modelli di sviluppo alternativi e durevoli. Ce lo impongono motivi etici, ambientali ma anche economici perché le scelte di sostenibilità rappresentano un importante fattore di competitività. Un processo che pretende offerte adeguate e la cui definizione non può essere affidata all'iniziativa dei singoli operatori, occorre una strategia da parte delle amministrazioni locali e centrali. Nella costruzione di prodotti turistici si dovrà tenere conto di proposte che promuovano anche l'entroterra, promuovendo così processi economici virtuosi dalla costa verso l'interno e al tempo stesso vivacizzando l'offerta turistica balneare".


"Coniugare un'offerta turistica originale e di qualità con la sostenibilità – aggiunge Ciuoffo - diventa l'elemento chiave per il turismo balneare toscano, che resta uno dei principali asset della propria offerta turistica. E per fare in modo che resti competitivo occorre un grande sforzo di rinnovamento basato su integrazione (con altri prodotti e con le aree interne), sostenibilità (ambientale e culturale), e innovazione (anche digitale, dei servizi offerti). La qualificazione di Costa e Arcipelago Toscano come destinazione turistica sostenibile da promuovere, attraverso nuove forme di offerta, a livello nazionale e internazionale sarà il primo step della seconda fase (2019-2020) del progetto Costa Toscana | Isole Toscane".


"MITOMED+ - conclude Ciuoffo - va proprio nella direzione di coniugare competitività e sostenibilità. Durante l'estate appena conclusa è stata fatta un'importante sperimentazione in tre spiagge pubbliche toscane, rese accessibili per persone con disabilità motoria e sensoriale. Le cosiddette ‘Green Beach' di Castiglione della Pescaia (GR), Montignoso (MS) e San Vincenzo (LI), modello sperimentato anche in altre 8 spiagge pubbliche situate nelle 3 regioni partner Catalogna, Cipro e Istria. I risultati sono stati davvero incoraggianti e vorremmo replicare l'esperienza in altre località. Ci siamo già incontrati con Anci Toscana e abbiamo elaborato un piano di lavoro con proposte davvero interessanti".


A margine della conferenza Ciuoffo ha anche presenziato alla firma del Memorandum of Understanding (MoU) tra la rete NECSTouR e la CRPM. Il documento è stato firmato da Jan Korthoudt (direttore Turismo della Regione Fiandre e Vicepresidente di NECSTouR) e da Eleni Marianou (segretario generale CRPM) e l'incontro è stato ospitato da Meritxell Serret Aleu, rappresentante del Governo della Catalunya presso l'UE.





Cerca una notizia



PageRankTop.com
 
Copyright © 2008 www.isoladelgiglio.net - ideato e realizzato da Massimo Bancalà