0
0
0
s2smodern

 

San Mamiliano 


olga1Autore: Olga Maddalena Centurioni

(Maluda)


Le campane a festa mettevano allegria,
le bandierine infiocchettavano le strade,
l'aria era piena di letizia ed armonia
tra i frizzi e i lazzi delle contrade.

Il vestitino nuovo era pronto
e non vedevi l'ora di indossarlo,
lo mettevi la mattina a colazione
per andare alla messa e in processione.

Il pomeriggio al richiamo della banda
tutti alla Porta a vedere i giochi,
il palio, le corse, l'albero della cuccagna,
la sera fuori le mura si fanno i fuochi.

Le ragazze cantavano felici,
la quadriglia, i Lombi, che divertimento!
Ballavano leggiadre con gli amici
e ci scappava pure un fidanzamento.

Finite le feste passavi le giornate
con le amiche a ricordare,
tra un sospiro e un rimpianto le serate
che non volevi dimenticare.

In silenzio arrivava l'autunno buio e nebbioso,
seguiva l'inverno freddo e nuvoloso.
Non rimaneva che aspettare con rassegnazione
il ritorno della bella stagione.

 

0
0
0
s2smodern
   
   

Ultime notizie  

   

Link  

 WEB CIRCOLO

 
La Guardia Banner 160x600 1

Adietalibera Banner 160x600

toremar Banner 160x600

maregiglio Banner 160x600

 

   

Dialetto

Le parole che rendono il linguaggio dei gigliesi simile ad un dialetto. Da abbise a zirro cerchiamo di elencare in ordine alfabetico i termini

   

Giro dell'Isola

giglio isolaGiro dell'Isola in barca

Viaggio intorno all'isola. Seguimi ti farò visitare e conoscere la costa in un giro virtuale per visitarla in anteprima...

   

Soprannomi

Soprannomi

Fin dai tempi più antichi i gigliese usano riconoscersi oltre che con il nome ed il cognome a volte troppo comuni con un soprannome o un nomignolo.

   
© www.isoladelgiglio.net - by Massimo Bancala'