0
0
0
s2smodern

fonte www.quinewselba.it

Rimossi i resti lasciati sui fondali dell'isola dopo l'affondamento del peschereccio "Bora Bora" e bonificata l'area da quasi 68mila chili di rifiuti

PORTOFERRAIO — È terminato il recupero dei resti sommersi del relitto del peschereccio “Bora Bora”, incagliatosi e affondato nel giugno del 2019 nelle acque protette davanti all’isola di Montecristo.

Lo si apprende dal Ministero della Transizione Ecologica attraverso una nota a firma dell'Ammiraglio Aurelio Caligiore, capo del Reparto ambientale marino delle Capitanerie di Porto.

Nelle tre fasi, in cui si sono articolate le operazioni (3-6 marzo – 26-27 marzo – 3-5 agosto 2021), è stata bonificata un’area marina ricompresa nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano sui cui fondali giacevano complessivamente circa 67.800 chili di rifiuti, come indicato in tabella:

I lavori sono stati condotti congiuntamente da tre Ditte: Sales Spa di Roma, che è intervenuta con i Motopontoni “Filippo” e “Massimo” ed ha proceduto a rimuovere dal fondale marino i resti del motopesca, oltre ad un considerevole numero di pneumatici che fungevano da parabordi a protezione dello scafo; Stmp (Servizi Tecnici Marittimi Portuali) Srl di Piombino, che ha svolto i lavori subacquei con squadre di tre sub, barca appoggio e, per la terza fase, rimorchiatore “Phalesia” con Grue in appoggio; Pim (Piombino Industrie Marittime) Srl di Piombino, che si è occupata del riciclo e smaltimento del materiale recuperato.

 

"Con il completamento delle operazioni è stato quindi pienamente restituito alla propria vocazione naturalistica il litorale dell’isola di Montecristo danneggiato dal naufragio del “Bora Bora”. - ha dichiarato l'Ammiraglio Caligiore, che ha coordinato gli interventi - L’operazione è stata possibile grazie al finanziamento privato dei seguenti imprenditori, qui riportati, meritevoli di particolare apprezzamento per la sensibilità ambientale dimostrata: Umberto Risso “Gruppo AGN Energia-Autogas Nord Spa”; Angelo Colussi “Colussi Group”; Paolo Ghinolfi “Sifà noleggio a lungo termine”; Andrea Rovini “Società Eurit Spa”; Leonardo Basilichi “società Evergreen Group”; Tiziano Nocerini “Conad-Nocentini Group”; Mario Lanera “Assoshipping Group-Ibla Ferries Srl”."

"La questione dei relitti affondati, semiaffondati e abbandonati nell’ambito dei porti e nelle immediate vicinanze, rappresenta un problema serio che richiede l’intervento del legislatore, - ha aggiunto  Caligiore  - per modificare l’istituto del recupero presente nel Codice della Navigazione (art. 507) e nel relativo Regolamento di esecuzione, istituto da ritenere oramai inadatto e impraticabile per poter rimuovere gli oltre 700 relitti insistenti e censiti nei porti e lungo le coste del paese."

 

"Infine è da porre in rilievo il contributo prestato dai Comandanti della Guardia Costiera di Portoferraio e Piombino, Capitano di Fregata Antonio Morana e Tenente di Vascello Valerio Chessari, e dai loro uomini e donne, nonché l’azione svolta dai militari del Reparto Ambientale Marino della Guardia Costiera presso il Ministero della Transizione Ecologica, che hanno concorso al buon esito del primo “esperimento” in Italia di recupero di un relitto con risorse rese disponibili da finanziatori privati", ha concluso Caligiore.

Pulizia fondali isola di Montecristo

0
0
0
s2smodern
   

Articoli recenti

   
   

Ultime notizie  

   

Link.  

 WEB CIRCOLO

apamagi

Senza titolo 1

Britelcom Banner 160x600

nolegiglio1

toremar Banner 160x600

 

maregiglio Banner 160x600

 

Adietalibera Banner 160x600

 

 

 

   

Dialetto

Le parole che rendono il linguaggio dei gigliesi simile ad un dialetto. Da abbise a zirro cerchiamo di elencare in ordine alfabetico i termini

   

Giro dell'Isola

giglio isolaGiro dell'Isola in barca

Viaggio intorno all'isola. Seguimi ti farò visitare e conoscere la costa in un giro virtuale per visitarla in anteprima...

   

Soprannomi

Soprannomi

Fin dai tempi più antichi i gigliese usano riconoscersi oltre che con il nome ed il cognome a volte troppo comuni con un soprannome o un nomignolo.

   
© www.isoladelgiglio.net - by Massimo Bancala'