0
0
0
s2smodern

foto CETS Giglio

Si è conclusa la missione svolta nell’Arcipelago Toscano da parte di Jacques Decuignières, esperto francese inviato dalla Federazione Europea EUROPARC per verificare sul campo gli impegni che l’Ente Parco e i diversi stakeholder hanno assunto ai fini del rinnovo della certificazione per la Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS).

Come si ricorderà, lo scorso 25 marzo era stato approvato all’unanimità il nuovo Piano di Azione 2021-2025 della CETS, frutto della collaborazione tra l’Ente Parco e 88 diversi soggetti locali (amministrazioni comunali, associazioni di categoria e del volontariato, istituzioni culturali e operatori economici) che hanno individuato un proprio impegno concreto attraverso progetti ed azioni nell’ambito della nuova strategia per lo sviluppo del turismo sostenibile da attuare nel prossimo quinquennio.

In questa settimana, nel corso di tre intense giornate caratterizzate da una fitta agenda di riunioni, l’esperto francese ha avuto modo di analizzare le attività promosse e condotte dal Parco Nazionale, ma soprattutto ha potuto incontrare e ascoltare dai diretti interessati, i diversi portatori di interessi locali, gli obiettivi e le azioni progettuali proposte a marzo e in buona parte già avviate e in alcuni addirittura completate.

Nella prima giornata, dopo una puntuale disamina di tutta la documentazione presentata ad EUROPARC la scorsa primavera, Jacques Decuignières ha incontrato l’Assessore del Comune di Rio Raffaella Franceschetti ed i rappresentanti dell’Associazione Elba Taste (Giuliani), del Club Alpino Italiano (Cervellino) e dell’Associazione MareVivo Mellini). Quindi ha visitato il Forte Inglese e la Villa delle Grotte a Portoferraio con la possibilità di approfondire le iniziative proposte dai gestori di queste importantissime strutture e siti per la conoscenza e la divulgazione quali la World Biodiversity Association (Forbicioni), l’Associazione Astrofili Elbani (Colombo) e la Fondazione Villa Romana delle Grotte (Pacini, Cambi, Pagliantini). Nel pomeriggio sopralluogo molto interessante presso l’Aula VerdeBlu di Mola con incontri dedicati alle azioni condotte dal Comune di Capoliveri (Battaglia) e dall’Associazione Diversamente Marinai (Agujari), cui è seguita un’altra sessione di confronto presso la sede del Parco all’Enfola con l’ISIS Foresi (Guglielmi), Info Elba (De Simone), alcune aziende agricole (Arrighi e Spada) e l’Associazione Albergatori dell’Elba (Tripicchio).

Da registrare, poi, in serata, l’incontro con il Presidente del Parco Giampiero Sammuri e con il Sindaco di Portoferraio e Presidente della Comunità del Parco Angelo Zini, con l’Assessore del Comune di Portoferraio Nadia Mazzei, il Presidente dell’Associazione Albergatori dell’Elba Massimo De Ferrari, il Presidente di Italia Nostra Toscana Cecilia Pacini, Marino Garfagnoli e lo staff di Turismo Sostenibile, nonché il Consorzio Elbano Diving (Ardita, Luciani)

La seconda giornata è stata dedicata alle isole del Giglio e di Capraia. In mattinata sopralluogo presso " l'Azienda Apistica The Queens di Agnelli Alessio, la Tecnoimpianti Di Agnelli Alessio e lo Studio Tecnico Geom. Barbara Galeotti "e incontro con il Vice Presidente del PNAT Stefano Feri, con l’Assessore al Turismo del Giglio Walter Rossi,  il Presidente della Pro Loco del Giglio e Giannutri Alessandro Centurioni e con il responsabile dell’Hotel Castello Monticello (Rum). Nel pomeriggio video-conferenza con gli stakeholder di Capraia alla presenza del Sindaco di Capraia Isola e Presidente della Provincia di Livorno Marida Bessi, delle Aziende Agricole Arura (Casini) e San Rocco (Bonomo), della Guida Parco Mariella Ugolini e dell’Associazione Proprietari di case a Capraia (Amirfeiz) per la discussione delle schede progettuali predisposte da questi diversi interlocutori. Serata contraddistinta da un partecipato incontro presso la Casa del Parco di Marciana, alla presenza del Sindaco e dal Vice Sindaco del Comune, Simone Barbi e Susanna Berti, e dalla Guida Parco Federica Ferrini, animato dall’illustrazione delle proposte progettuali proposte dal Comune di Marciana appunto, da ESA (presenti il Presidente Gentili, il Direttore Diversi e Brighetti), da Acqua dell’Elba (con il Presidente Murzi e La Rocca), da Enjoy Elba (Lupi), dal Consorzio delle Pro loco Elbane (Martino e Orlandini) e dal B&B Fonte di Zeno (Cocchia).

La terza giornata ha visto l’approfondimento sulle molte schede progettuali inserite nel Piano di Azione da parte del Parco Nazionale e del report di candidatura per il rinnovo della certificazione CETS preparato dagli uffici dell’Ente.

“Intendo innanzitutto ringraziare Jacques Decuignières per la competenza e la collaborazione dimostrate durante la sua missione per conto di EUROPARC – dichiara il Presidente del Parco Giampiero Sammuri – ma un plauso particolare va ai diversi stakeholder, pubblici e privati, Amministrazioni Comunali, operatori del turismo, istituzioni culturali, associazioni di categoria e di volontariato, che hanno fornito un contributo sostanziale e particolarmente efficace nel rappresentare gli obiettivi e gli sforzi progettuali che arricchiscono un Piano di Azione per il turismo sostenibile veramente ambizioso, ma pure realisticamente aderente alle esigenze del territorio. Ritengo sia un bellissimo esempio di leale e reale collaborazione, in grado di facilitare l’impegnativo percorso verso una sempre più efficace sostenibilità delle azioni intraprese per lo sviluppo di forme di turismo consapevoli e rispettose dei beni naturali, delle eccellenze, delle tradizioni e dei valori identitari delle comunità locali.”

“Ora non resta che attendere l’esito della valutazione di EUROPARC che dovrebbe arrivare entro il prossimo mese di dicembre – aggiunge il Direttore del Parco Maurizio Burlando, che ha coordinato i lavori e seguito costantemente la missione sul campo – a chiudere un anno che tante soddisfazioni ha già regalato al Parco Nazionale con l’inserimento nella prestigiosa Green List della IUCN, proprio in occasione del venticinquesimo anniversario dell’istituzione dell’area protetta. Un doveroso ringraziamento va rivolto anche al personale dell’Ente Parco coinvolto nella programmazione, organizzazione e partecipazione agli incontri con i diversi stakeholder (Amorosi, Miarelli, Montauti, De Luca).”

--

Dr.ssa Aurora Ciardelli

0
0
0
s2smodern
   

Articoli recenti

   
   

Ultime notizie  

   

Link.  

 WEB CIRCOLO

apamagi

Britelcom Banner 160x600

nolegiglio1

toremar Banner 160x600

 

maregiglio Banner 160x600

 

Adietalibera Banner 160x600

 

 

 

   

Dialetto

Le parole che rendono il linguaggio dei gigliesi simile ad un dialetto. Da abbise a zirro cerchiamo di elencare in ordine alfabetico i termini

   

Giro dell'Isola

giglio isolaGiro dell'Isola in barca

Viaggio intorno all'isola. Seguimi ti farò visitare e conoscere la costa in un giro virtuale per visitarla in anteprima...

   

Soprannomi

Soprannomi

Fin dai tempi più antichi i gigliese usano riconoscersi oltre che con il nome ed il cognome a volte troppo comuni con un soprannome o un nomignolo.

   
© www.isoladelgiglio.net - by Massimo Bancala'