0
0
0
s2smodern

I POETI DELL'ISOLA
Poesia "Gabbianara cara" 

toninooAutore Tonino Ansaldo

 

Una dedica speciale allo scoglio della "gabbianara" dal poeta gigliese Tonino Ansaldo.
Torna visibile lo scoglio della gabbianara e il poeta gigliese Tonino Ansaldo scrive questi versi dedicati allo scoglio.

 

Gabbianara cara

 

Cucciolo di capodoglio
fatto di granito scoglio
da lontano così
da una vita mi appari.

E loquace t’ascolto
lungi nei ricordi d’estate
in quella pace
dove tutto tace,
solo calmo il marino
sotto a te sbatte in quell’anfratto,
dandoti voce, spruzzandolo via.

Barometro di mala tempora doventi
quando da spuma
coperta sei tutta
e da quei venti.

Prezioso arredo sei
d’una cala turchina
un tempo a remi vicina
e portolana.

Mira di boe.
Opposto traguardo
al percorso remiero.

Poi…
triste testimone primario
di sciagura, di morte, di paura.

Scomparsa, non più sei apparsa
tra ruggine, colosse colonne
papere di metallo, al tiro di rimorchio.
Sospesi, giganti colli di giraffe.
Tonta tra lingue dissimili.

In mezzo proprio
tra poppa e prora dell’inferno.
Mentre come Santi
pesanti cervelli pensanti
pian piano esorcizzano.

Al mondo tutto sei nota.
Geloso così, sei meno mia.

Torna presto in vista.
Torna cucciolo di capodoglio.
Torna scuro mio scoglio.

Molto mi manchi.
Molto ci manchi.

 

0
0
0
s2smodern
   
   

Ultime notizie  

   

Link  

 WEB CIRCOLO

 
La Guardia Banner 160x600 1

Adietalibera Banner 160x600

toremar Banner 160x600

maregiglio Banner 160x600

 

   

Dialetto

Le parole che rendono il linguaggio dei gigliesi simile ad un dialetto. Da abbise a zirro cerchiamo di elencare in ordine alfabetico i termini

   

Giro dell'Isola

giglio isolaGiro dell'Isola in barca

Viaggio intorno all'isola. Seguimi ti farò visitare e conoscere la costa in un giro virtuale per visitarla in anteprima...

   

Soprannomi

Soprannomi

Fin dai tempi più antichi i gigliese usano riconoscersi oltre che con il nome ed il cognome a volte troppo comuni con un soprannome o un nomignolo.

   
© www.isoladelgiglio.net - by Massimo Bancala'